Prestiti per pensionati Unicredit: come richiederli, tassi, calcolo rata e proposte per cessione del quinto

La pensione mensile non sempre è sufficiente per sostenere delle spese impreviste, o per fare degli acquisti di oggetti e di beni di valore. Lo sanno bene gli istituti di credito e le società finanziarie, che hanno infatti deciso di creare degli strumenti di finanziamento proprio per i clienti che percepiscono un introito mensile con la sola pensione.

In questo contesto è necessario parlare dei prestiti per pensionati Unicredit. Essi si presentano come finanziamenti adatti a chi vuole ricevere del denaro in prestito e desidera restituirlo con quanto percepito attraverso la pensione mensile.

I finanziamenti di Unicredit rivolti ai pensionati possono essere richiesti sia per ottenere delle alte somme di denaro, sia per coprire delle spese impreviste di piccole cifre, che non sarebbe comunque possibile saldare con quanto ottenuto con la pensione.

Perché chiedere un finanziamento ad Unicredit?

E’ vero che in Italia sono disponibili diversi prestiti per pensionati a cui ci si può rivolgere, ma va anche detto che non tutti questi strumenti finanziari sono ugualmente vantaggiosi.

I prestiti per pensionati di Unicredit sono considerati tra i migliori attualmente disponibili, sia per la cifra di denaro massima che si può ottenere in finanziamento, sia per le condizioni di rimborso ed i costi a carico dei clienti.

Questo istituto di credito è attivo ormai da tantissimi anni ed ha maturato esperienza sia nel settore dei finanziamenti, sia in diversi altri ambiti finanziari. I pensionati che si rivolgono ad Unicredit per un prestito possono anche parlare con i consulenti per l’apertura di un conto o per altri strumenti finanziari che la banca mette a disposizione.

Prestiti per pensionati Unicredit: le migliori soluzioni

Entriamo nel merito dei finanziamenti per i pensionati e vediamo quali sono le principali soluzioni disponibili ad oggi nel catalogo dei servizi di credito proposti da Unicredit.

Parleremo sia della cessione del quinto della pensione, sia di un prestito per coprire le spese impreviste. La cessione del quinto è la soluzione più richiesta e ne abbiamo già parlato brevemente nella guida dedicata ai prestiti per pensionati oltre i 75 anni.

Cessione del quinto per pensionati Unicredit

Iniziamo con il finanziamento più richiesto dai pensionati, ovvero la cessione del quinto della pensione. La banca Unicredit non poteva ovviamente far mancare questo finanziamento tra le sue soluzioni di credito ed ha ottenuto un riscontro molto positivo da parte dei clienti.

La cessione del quinto può essere richiesta dai lavoratori che percepiscono uno stipendio mensile, ma anche dai clienti che invece hanno come unico introito la pensione.

Si tratta di un finanziamento semplice da ottenere, dal momento che è sufficiente come garanzia dimostrare di ricevere la pensione mensile. Uno dei punti critici di molti finanziamenti è la richiesta da parte della banca di garanzie accessorie, ad esempio degli immobili o la firma di un garante: Unicredit non chiede garanzie accessorie per la cessione del quinto della pensione.

Un altro punto di forza del finanziamento è la flessibilità. Il denaro può essere richiesto senza dover spiegare il perché e può essere utilizzato come si preferisce, senza dover dimostrare alla banca la spesa e senza dover consegnare delle fatture. Su questo aspetto la cessione del quinto differisce dal prestito personale, il quale viene concesso solo per coprire delle spese ben determinate.

La restituzione del capitale avviene tramite una detrazione automatica dell’importo della rata dalla pensione mensile percepita dal cliente. La scelta dell’importo della rata viene presa di comune accordo tra il cliente e la banca, ma deve rispettare una semplice regola: la rata non può essere superiore alla quinta parte della pensione.

Per quanto riguarda il tempo concesso al cliente per la restituzione dell’intera somma e degli interessi calcolati su di essa, la cessione del quinto Unicredit prevede un intervallo variabile da 2 a 10 anni. I clienti potranno stabilire la durata del finanziamento in base alla cifra che sono riusciti ad ottenere in prestito e all’importo della loro pensione mensile.

Come per tutte le cessioni del quinto degli altri istituti di credito, anche nel caso del finanziamento di Unicredit è necessaria una polizza assicurativa obbligatoria. La buona notizia è che i costi sono offerti dalla banca.

Esempio di cessione del quinto Unicredit per pensionati

Di seguito presentiamo un esempio di cessione del quinto: 25.837,91 euro ottenuti in prestito, da restituire in 10 anni con rata da 300 euro al mese, TAN fisso del 7%, TAEG del 7.87%, importo totale restituito alla banca di 36.000 euro.

Scoperto Facile: prestito per le spese impreviste

Un’altra soluzione di finanziamento è Scoperto Facile. Questo finanziamento viene definito dalla stessa società un paracadute per le spese impreviste.

Si tratta nello specifico di un fido bancario, che può essere richiesto dai lavoratori e dai pensionati. Grazie a questo strumento si avrà sempre a disposizione della liquidità da usare in qualsiasi momento, così da non lasciarsi intimorire da eventuali imprevisti.

A seconda dei bisogni, si possono chiedere liquidità diverse, a cui corrispondono anche dei costi differenti. Vediamo di seguito tutte le opzioni per i lavoratori e per i pensionati:

  • Liquidità di 1.500 euro: il canone da pagare è di 2,50 euro al mese.
  • Liquidità di 3.000 euro: il canone da pagare è di 5 euro al mese.
  • Liquidità di 6.000 euro: il canone da pagare è di 10 euro al mese.
  • Liquidità di 12.000 euro: il canone da pagare è di 20 euro al mese.

Il canone mensile è il costo da pagare per il servizio e per avere la possibilità di accedere a questa liquidità nel momento del bisogno. Nel caso in cui si dovessero poi utilizzare effettivamente dei soldi, Unicredit applicherebbe un TAN dell’8,90% ed un TAEG dell’11,41% sul capitale utilizzato.

Come richiedere un prestito per pensionati Unicredit?

Per la richiesta di un finanziamento si può compilare il modulo online con i propri dati personali. Nei giorni lavorativi, un consulente della banca prenderà subito in carico la richiesta e risponderà con un preventivo gratuito entro 4 ore.

A questo punto il pensionato potrà decidere se sottoscrivere o meno il finanziamento. La richiesta di finanziamento potrà quindi essere fatta direttamente online, oppure ci si potrà recare in filiale per parlare di persona con un consulente.

I documenti richiesti sono pochi: i due principali sono il cedolino della pensione ed il documento di identità. Per eventuali altri documenti consigliamo di fare riferimento alle indicazioni date dalla banca.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *