Prestiti online per pensionati

Sempre più pensionati stanno richiedendo prestiti direttamente online, riuscendo spesso ad ottenere costi più bassi e tempi d’attesa inferiori alla media. Oggi, infatti, grazie alla firma digitale è possibile richiedere un prestito direttamente in rete, sia sui siti delle banche e delle finanziarie, che sul portale dell’Inps grazie al proprio codice PIN.

Che si tratti di un prestito personale, di una cessione del quinto, di un piccolo prestito o di un prestito agevolato Inps, chiedere il proprio prestito direttamente online è ormai la via per ottenere condizioni migliori e tagliare i tempi d’attesa.

Prestiti online per pensionati : piccoli prestiti e prestiti personali

I pensionati possono accedere ad una serie di prestiti online a seconda delle proprie esigenze, dai piccoli prestiti ai prestiti personali, dalle cessioni del quinto ai prestiti Inps. Con i piccoli prestiti si possono richiedere fino a 5.000€ rimborsabili solitamente fino a 36-48, meglio ancora se direttamente presso lo stesso istituto dove si ha per esempio il proprio conto corrente o postale.

I tassi d’interesse sono piuttosto bassi per questo tipo di prestiti online veloci, con pochi costi di gestione, accredito della somma senza motivazione ed addebito delle rate mensili su conto corrente. Se si ha bisogno di importi superiori ci sono i prestiti personali, finalizzati e non, con i quali è possibile richiedere fino a 60.000€ rimborsabili da 12 a 120 mesi a tasso fisso.

Per poterli richiedere è necessario non avere segnalazioni ai Crif, protesti o pignoramenti, fornire una copia del proprio documento d’identità, del codice fiscale e del cedolino della pensione. A volte possono essere richieste garanzie aggiuntive come la firma di un garante, la firma congiunta o eventuali beni immobili a garanzia, oppure documentazione aggiuntiva come utenze domestiche o estratti conto bancari.

Prestiti online per pensionati con la cessione del quinto

In caso di problemi con i pagamenti o segnalazioni ai Crif è possibile richiedere un prestito tramite la cessione del quinto, un prestito personale non finalizzato vincolato alla cessione della quota cedibile. Con la cessione del quinto l’importo richiedibile è vincolato alla rata mensile, che per un massimo di 120 mensilità non può superare 1/5 della pensione netta mensile, con la salvaguardia della pensione minima di 501,89€.

Per poter richiedere la cessione del quinto bisogna presentare il proprio documento d’identità, il codice fiscale, il cedolino della pensione ed il certificato di cedibilità della stessa, richiedibile presso una delle sedi Inps. Inoltre bisogna avere necessariamente una pensione di vecchiaia, d’anzianità o d’invalidità. Spesso con la cessione del quinto, soprattutto online, i pensionati possono usufruire di tassi d’interesse convenzionati e condizioni agevolate, come l’assicurazione obbligatoria sulla vita a carico dell’istituto di credito.

Prestiti Inps online per pensionati

Anche i prestiti agevolati Inps possono essere richiesti online grazie al proprio codice PIN personale, muniti di documento d’identità e codice fiscale, direttamente sul portale dell’Istituto di Previdenza sociale. Per poter richiedere un prestito agevolato Inps bisogna avere un’età massima di 89 anni al termine del prestito, una pensione di vecchiaia, d’anzianità o d’invalidità ed essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie.

Si possono richiedere piccoli prestiti senza motivazione fino ad un massimo di 8 mensilità, rimborsabili in 48 mesi ad un TAN del 4,25%, oppure prestiti pluriennali documentati, fino a 120 mesi con un TAN del 3,5%. Concludendo, i pensionati che vogliono risparmiare sui tassi d’interesse e sui costi fissi del prestito, possono effettuare le proprie richieste direttamente online, sia sui siti delle banche e delle finanziarie, che sul portale dell’Inps o dei siti specializzati. Per richiedere un prestito online, i pensionati devono avere una pensione superiore a quella minima, un documento d’identità, il codice fiscale ed il cedolino della pensione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *