Come chiedere un prestito per pensionati inps

I pensionati amministrati dall’Inps possono accedere a diverse tipologie di prestiti agevolati, concessi dalle banche, dalle finanziarie o dalla stessa Inps a condizioni particolarmente vantaggiose.

Si tratta di prestiti tramite la cessione del quinto della pensione, fino ad un massimo di 1/5 di trattenuta mensile, con la salvaguardia della pensione minima.

Cosa sono i prestiti per pensionati Inps

I pensionati amministrati dall’Inps possono richiedere prestiti personali o cessioni del quinto tramite la garanzia della pensione, una delle garanzie più solide in Italia per ottenere prestiti e finanziamenti. Con il cedolino della pensione si possono richiedere prestiti personali finalizzati e non, piccoli prestiti, cessioni del quinto, prestiti cambializzati, prestiti online, prestiti agevolati Inps e prestiti tra privati.

I prestiti possono avere una durata massima di 120 mesi, con un’età non superiore ai 90 anni da non superare al termine della restituzione del prestito. Inoltre spesso banche e finanziarie offrono condizioni particolarmente vantaggiose per i pensionati Inps, come tassi d’interesse inferiori o minori costi di apertura e gestione della pratica.

Chi può richiedere un prestito per pensionati

I prestiti per pensionati amministrati dall’Inps possono essere richiesti da tutti i destinatari di una pensione di vecchiaia, d’anzianità o d’invalidità, purché pari o superiore al trattamento minimo di 501,89€ al mese.

Non possono richiedere un prestito tramite cessione del quinto o altro invece, i pensionati Inps destinatari di pensioni ed assegni sociali, invalidità civile, assegni di sostegno al reddito o al nucleo familiare e di pensioni d’esodo.

Come richiedere un prestito per pensionati Inps : moduli e documenti

I pensionati amministrati dall’Inps, per poter richiedere un prestito, devono innanzitutto richiedere una comunicazione di cedibilità della pensione, un documento dove viene indicata la quota massima della pensione cedibile agli istituti di credito. La richiesta deve essere effettuata personalmente dal pensionato presso una delle sedi Inps, e successivamente deve essere consegnata alla banca o alla finanziaria presso la quale si vuole richiedere il prestito.

In caso però la banca o la finanziaria sia convenzionata con l’Inps, non è necessario richiedere la comunicazione di cedibilità della pensione, in quanto sarà l’istituto stesso ad ottenerlo tramite un collegamento interno. Oltre al certificato di cedibilità della pensione, i pensionati Inps devono presentare il proprio documento d’identità, il codice fiscale ed il cedolino della pensione.

Chi eroga prestiti per i pensionati Inps

I prestiti per i pensionati Inps sono erogati da qualsiasi banca e finanziaria operante nel Paese, anche direttamente online. Inoltre i pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie, possono richiedere prestiti agevolati direttamente presso l’Inps, o sul portale dell’Istituto, contattando il Contact Center o tramite i servizi dei patronati.

Dunque, per richiedere un prestito, i pensionati amministrati dall’Inps possono rivolgersi presso banche, finanziarie o direttamente presso l’Inps stessa. La documentazione necessaria è il proprio documento d’identità, il codice fiscale, il cedolino della pensione ed il certificato di cedibilità della pensione. Spesso è possibile ottenere condizioni particolarmente vantaggiose, come tassi d’interesse agevolati e minori costi di gestione ed apertura della pratica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *