Prestiti per pensionati oltre i 75 anni

Se sei un pensionato ed hai oltre 75 anni d’età non preoccuparti, è sempre possibile riuscire ad ottenere un prestito anche se in alcuni casi è necessario ridimensionare un poco la propria richiesta.

Ovviamente a volte è necessario costi maggiori, tassi d’interesse più alti e sottoscrivere una polizza assicurativa, ma si tratta di un piccolo prezzo da pagare per riuscire ad ottenere il prestito.

Prestiti tramite la cessione del quinto

I pensionati oltre i 75 anni d’età possono richiedere comunque un prestito tramite la cessione del quinto, cioè vincolato alla cessione della quota cedibile fino ad un massimo del 20% della pensione. Per richiederla sono necessari il proprio documento d’identità, il codice fiscale, il cedolino della pensione e la certificazione di cedibilità della pensione richiedibile presso una delle sedi Inps.

Si tratta di prestiti personali non finalizzati, rimborsabili fino a massimo 120 mesi, a tasso fisso e con l’obbligo di sottoscrivere una polizza assicurativa sulla vita. Inoltre i pensionati possono richiedere un prestito tramite la cessione del quinto anche in caso di segnalazioni ai Crif, protesti o pignoramenti, senza motivazione né firma congiunta.

Solitamente è possibile richiedere la cessione del quinto fino ad 80 anni d’età, da non superare al termine del rimborso del prestito, ma a volte è possibile andare anche oltre. Ad esempio Compass e Poste Italiane offrono la possibilità di richiedere prestiti attraverso la cessione del quinto fino ad un massimo di 84 anni d’età, mentre Unicredit fino a 79 anni.

Prestiti personali per pensionati oltre 75 anni

Sicuramente riuscire ad ottenere un prestito personale non vincolato alla cessione del quinto è più difficile, e solitamente l’età massima si aggira sui 75-80 anni. Inoltre bisogna valutare attentamente i costi di tali prestiti, che in questi casi possono rendere il prestito veramente sconveniente e richiedere una serie di garanzie aggiuntive.

Comunque alcune finanziarie e banche rilasciano prestiti ai pensionati Inps anche oltre i 75 anni d’età, come ad esempio Compass che fissa l’età massima ad 85 anni, da non superare al termine del prestito.

Piccoli prestiti per pensionati oltre i 75 anni

Una soluzione per riuscire ad ottenere un prestito oltre i 75 anni, è quella di chiedere un piccolo prestito, fino a 5.000€ rimborsabili in 36 o 48 mesi. Difficilmente una banca o una finanziaria rifiutano un piccolo prestito ad un pensionato Inps, anche oltre i 75 anni, proprio perché il corto tempo di rimborso offre loro pochi rischi sul rimborso del prestito.

Per esempio Poste Italiane offre la possibilità di chiedere piccoli prestiti per i titolari di conti correnti postali BancoPosta e PostPay Evolution, fino a 3.000€ rimborsabili in 22 mesi.

Prestiti Inps per pensionati oltre 75 anni

Infine, i pensionati iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie possono chiedere un prestito Inps, un prestito agevolato tramite la cessione del quinto. Si tratta di piccoli prestiti senza motivazione o di prestiti pluriennali documentati, fino a 120 mesi e con tassi d’interesse agevolati del 4,25% e del 3,5%. I pensionati possono richiedere un prestito Inps fino a 90 anni d’età per quanto riguarda i piccoli prestiti, 85 per i prestiti pluriennali, da non superare al termine del rimborso del prestito.

Concludendo, riuscire ad ottenere un prestito per pensionati oltre i 75 anni d’età è difficile, ed a volte è necessario sottoscrivere assicurazioni sulla vita e pagare tassi d’interesse e costi più alti. La soluzione è optare per i piccoli prestiti, meglio se online o presso la banca o l’ufficio postale dove si ha il proprio conto corrente bancario o postale. Inoltre è buona regola chiedere più di un preventivo, anche online, e valutare il prestito migliore, più economico e più adatto alle proprie esigenze.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *